Regione Lombardia incontra l’eccellenza Colnago

L’Assessore Alessandro Mattinzoli in visita all’azienda Colnago

 

Nella mattina di mercoledì 20 febbraio l’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, ha incontrato il Cavalier Ernesto Colnago, fondatore dell’omonima azienda lombarda. 

È questo un incontro in agenda da tempo, vista la caratura dell’azienda Colnago, il suo peso specifico sul territorio italiano e a livello mondiale. Un segno di grande rispetto, quindi, quello dell’Assessore Mattinzoli, che si è recato a Cambiago dal Cavalier Colnago, fresco dei suoi 87 anni, per conoscerlo personalmente e visitare quell’impresa che da oltre 60 anni crea bici da corsa sempre più evolute, anticipando il mercato con nuove tecnologie ed esportando la qualità made in Italy in tutto il mondo. 

Una storia lunga quella di Colnago che non si limita alla sola creazione di biciclette, da alcuni considerate vere opere d’arte, come l’ultima, la neonata Colnago 87, realizzata in oro 24k dal valore di oltre 50.000 €. La leggenda Colnago è una pietra miliare che ha segnato il ciclismo mondiale, raggiungendo vette che nessun altro marchio al mondo può vantare: le sue creazioni hanno collezionato 62 titoli mondiali, 18 Olimpiadi e 21 Grandi Giri, per di più nel corso degli anni Colnago ha stretto collaborazioni con grandi aziende internazionali come Ferrari, Mapei, Gazprom, riuscendo persino a far pedalare Papa Wojtyla. 

Queste sono state le parole dell’Assessore Regionale Alessandro Mattinzoli: «Quella di oggi è stata una bellissima mattinata. Essere qua dal Cavalier Colnago è un immenso onore e ancora di più essere guidato da lui personalmente nella sua mostra: ascoltare i suoi racconti e rivivere insieme a lui la storia del ciclismo è stata una vera emozione. Inoltre da gardesano d’origine non posso che essere fiero del fatto che il Cavaliere abbia scelto proprio il Lago di Garda per l’evento Colnago Cycling Festival: legando il Benaco alla sua immagine, si ha la grande opportunità di promuovere a livello mondiale il Garda e di far innamorare sempre più persone del nostro spettacolare territorio.»

Infatti la visita dell’Assessore Mattinzoli è legata a doppio filo all’azienda milanese. Se da un lato ad avvicinarli c’è la carica politica da lui ricoperta in Regione Lombardia, dall’altro c’è il legame con una terra ad entrambi cara, quella del Lago di Garda. Il Cavaliere Colnago da più di trent’anni ama trascorrere i suoi momenti di vacanza tra le colline gardesane e nel 2014 gli è stata conferita la Cittadinanza onoraria dal comune di Desenzano del Garda per «la sua eccezionale capacità imprenditoriale e la straordinaria attenzione prestata alla cittadina con l’organizzazione della manifestazione Colnago Cycling Festival». Ernesto Colnago infatti, dopo aver legato il proprio marchio a località come Miami, Beverly Hills, Philadelphia e San Diego, dal 2012 ha deciso di riportare in Italia l’evento internazionale legato alla sua azienda e ha scelto di farlo investendo proprio nel territorio che tanto gli è caro, il Lago di Garda. In soli 7 anni è riuscito a fare del Colnago Cycling Festival uno dei dieci eventi cicloturistici più partecipati d’Europa e uno dei primi tre in Italia, con 5.000 appassionati che, in un fine settimana, da 25 nazioni differenti raggiungono il Lago di Garda per pedalare proprio su quelle colline che Colnago ha scelto per ricaricare le energie e ideare nuovi gioielli a due ruote. 

Il Cavalier Colnago ha così commentato la visita dell’Assessore: «Ringrazio della visita l’Assessore Mattinzoli: mi ha fatto veramente piacere, le persone vere le sento a pelle. Ormai mi sento un cittadino del Garda, visto che frequento queste zone da oltre trent’anni. Ho viaggiato tanto, portando il marchio Colnago in tutto mondo, da Miami fino a Tokyo, ma poter collaborare con Desenzano del Garda e l’intero territorio del Lago di Garda nell’intento di fare crescere ancora di più il Colnago Cycling Festival, per me è ancora di più motivo di orgoglio.»