IL FESTIVAL INTERNAZIONALE CHE PIACE

Venerdì 23 marzo, a poco più di due settimane di distanza dal week end cicloturistico più atteso del Lago di Garda, si è tenuta, nella pittoresca cornice del Salone Gino Benedetti del Castello di Desenzano del Garda, la conferenza stampa per la presentazione della 6° Edizione del Colnago Cycling Festival  2018, di scena il 6/7/8 aprile 2018.
In una location di eccezionale fascino sono state presentate tutte le novità della nuova edizione del festival, che, anche quest’anno, si conferma come uno dei quattro appuntamenti ciclo-turistici più importanti nel panorama internazionale.

Desenzano del Garda a partire da venerdì 6 aprile, nei tre giorni della manifestazione, vedrà sfilare fra le sue vie oltre  dodicimila presenze, 4000 ciclisti solo per la regina della domenica, la gran fondo Colnago.

Fra i numerosi appuntamenti in programma, la Randonnée Giro del Lago – 400 partecipanti – venerdì 6 aprile, la Junior Bike, prevista sabato 7 aprile presso il Lungolago Cesare Battisti – 300 partecipanti –  e, soprattutto, l’evento clou di domenica 8 aprile, la Gran fondo Colnago, che conterà migliaia di partecipanti e accompagnatori provenienti da 22 nazioni,  pronti per divertirsi e portarsi a casa tanti nuovi ricordi di un’esperienza indescrivibile, vissuta in un territorio unico per bellezza, arte e natura.

Fra le tante novità presentate durante la serata, oltre al cambio di data da maggio ad aprile, la mostra dedicata ad alcuni gioielli della collezione privata di Ernesto Colnago, accolti al Castello di Desenzano, iniziativa promossa dall’Assessore al Turismo e alle Attività Sportive Francesca Cerini, e accompagnati dagli scatti d’autore di Luigi Sestili con tema il 100° Giro d’Italia e la serata di Cabaret Live di sabato 7 aprile in Piazza Cappelletti, che vedrà protagonista il mattatore toscano Cristiano Militello, volto arcinoto del programma satirico Striscia La Notizia, con uno spettacolo dedicato ai tic dell’uomo moderno.

Presenti le autorità del Comune di Desenzano del Garda, che già a ottobre hanno siglato l’accordo con Ernesto Colnago affinché la città gardesana rimanga la location del festival fino al 2021.

Fondamentale e immancabile presenza quella del patron del celebre marchio di Cambiago, il Cav. Ernesto Colnago, main sponsor della manifestazione.

Al tavolo dei relatori anche Renat Khamidulin, team manager della squadra Gazprom- Rusvelo.

Ad aprire la serata il due volte vincitore del Giro d’Italia Paolo Savoldelli, che ha introdotto gli ospiti, partendo dal primo cittadino Guido Malinverno, che ha ringraziato Ernesto Colnago, le forze dell’ordine presenti e tutti i comuni, che si sono uniti per consentire lo svolgimento ottimale della manifestazione, aggiungendo che questa è una preziosa opportunità per il territorio di ottenere una grande visibilità a livello internazionale. Ha inoltre salutato la precedente amministrazione presente, sottolineando che, con il massimo impegno e dedizione continuerà a sostenere il festival sulla scia di quanto fatto in precedenza.

La parola passa al Cav. Ernesto Colnago, cittadino onorario di Desenzano del Garda, che sottolinea con le sue parole cariche di emozione il forte legame con la città, dove si sente di casa e ha ricordato a tutti che il suo mestiere è fare biciclette di qualità, non in quantità, portando con grande orgoglio il made in Italy in tutto il mondo. “Nei giorni della manifestazione, Desenzano del Garda diventa la capitale del ciclismo a livello mondiale” e questo grazie al grande lavoro del comitato organizzatore e di tutto il territorio, coeso per un obiettivo comune.

Ora è la volta dell’Assessore al Turismo e allo Sport Francesca Cerini, che, dopo aver visitato la sede della Colnago a Cambiago (in occasione della conferma fino al 2021 di Desenzano del Garda come location) ha sentito il forte desiderio di ospitare nel castello i gioielli carichi di storia del ciclismo del brand Colnago, iniziativa accolta con entusiasmo dal patron. L’assessore ha parlato della doppia valenza del festival, quindi non soltanto l’aspetto sportivo, ma l’occasione di far conoscere il valore dell’accoglienza gardesana a livello internazionale. Inoltre ha espresso lodi per il continuo rinnovarsi del festival, ogni anno sempre più ricco e vario.

Due parole, fra l’altro in perfetto italiano, sono state pronunciate da Renat Khamidulin, team manager della squadra Gazprom- Rusvelo, che ha ribadito quanto Desenzano del Garda e Lonato siano città ideali per la bicicletta e quanto forte sia la sua ammirazione per l’Italia, la sua tradizione ciclistica e per Ernesto Colnago.

In occasione dell’incontro, le autorità locali hanno inoltre conferito alle 4 società ciclistiche di Desenzano Del Garda un riconoscimento speciale per l’attività di promozione sportiva sul territorio.

Infine c’è stato il simbolico taglio del nastro da parte dell’amministrazione e del cav. Ernesto Colnago per inaugurare la mostra Colnago delle preziose biciclette legate a personaggi del calibro di Ulissi, Alonso e Voeckler, aperta dal 24 marzo all’8 aprile 2018.

La serata ha volto al termine con il brindisi e il ricco buffet offerto a tutti i presenti ma soprattutto con Ernesto Colnago che, instancabile e sempre pieno di entusiasmo, ha salutato tutti gli amici, ammiratori e appassionati, accorsi stasera in grande numero, per assistere alla presentazione e per poterlo incontrare.

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa CCF2018

press@colnagocyclingfestival.com

www.colnagocyclingfestival.com