Al di là delle più rosee aspettative, colore caro al ciclismo italiano, solo 200 pettorali in attesa dei cicloamatori di tutto il mondo, che, con orgoglio, li indosseranno l’8 maggio, e la Gran fondo Colnago sarà SOLD OUT.

Bissare il successo della terza edizione superandola, è un risultato che ci dà ancora più carica ed entusiasmo. Manca davvero pochissimo al raggiungimento del tetto massimo di partecipanti e quindi alla chiusura dei giochi, la rincorsa al pettorale dell’evento cicloturistico più amato del Lago di Garda sta per concludersi.

Oltre 20 nazioni e 15 regioni italiane sono già presenti nella starting list di una manifestazione dal respiro sempre più internazionale, che non parla solo il linguaggio dell’agonismo ma celebra valori come la condivisione, la famiglia e il divertimento, alla scoperta di un territorio che si sta affermando, anno dopo anno, come il paradiso per le due ruote.

I moduli d’iscrizione aspettano, mordendo l’asfalto, i pedalatori dell’ultima ora, quindi recatevi sul sito ufficiale della manifestazione www.colnagocyclingfestival.com o direttamente sul sito www.mysdam.com e accaparratevi gli ultimi, magnifici 200!

Ricordiamo le quote di iscrizione:

€ 45,00 tutti i percorsi – quota aggiornata dal 7 Aprile 2016

€ 10,00 da aggiungere per tutti i non tesserati per tessera giornaliera (copertura assicurativa A.C.S.I Ciclismo

C’è ancora l’opportunità di prenotare la maglia o il completo ufficiale del CCF2016, sul sito troverete tutte le informazioni.

L’appuntamento quindi con la Granfondo Colnago è previsto per domenica 8 maggio, ad aspettarvi tre percorsi completamente rivisitati dall’edizione 2015, quindi per molti di voi del tutto inediti.

159 chilometri e 2044 metri di dislivello per la prova regina, la Gran Fondo; 110 chilometri e 1384 metri di dislivello per la Medio Fondo e 77 chilometri e 940 metri per il percorso corto.

La Gran Fondo Colnago fa parte di ZEROWIND SHOW, Il Circuito che PREMIA LA PASSIONE senza abbonamenti, griglie, tensioni, dedicato a chi ama il sano agonismo e pedalare nelle Gran Fondo più belle d’ITALIA.