Che il Colnago Cycling Festival volesse essere una grande festa del ciclismo era noto fin dalla sua prima edizione, ma si è andati oltre le più rosee aspettative nel lungo fine settimana dal 15 al 17 maggio quando Desenzano del Garda è diventata la capitale del cicloturismo. Le tre giornate dedicate alle due ruote hanno portato sul territorio gardesano 3.000 ciclisti e quasi 10.000 persone tra accompagnatori e appassionati.

Per 72 ore la bicicletta è diventata un vero strumento di divertimento, ma soprattutto un mezzo di trasporto ecosostenibile, capace di mostrare ai tanti amanti delle due ruote accorsi per la Granfondo Colnago le bellezze del territorio del Lago di Garda e delle Colline Moreniche.

Da venerdì pomeriggio le piazze della cittadina gardesana sono state letteralmente invase dagli stand delle numerose aziende espositrici, che hanno dato vita all’Expo Village. Tanti turisti anche solo di passaggio hanno fatto visita allo stand Colnago per stringere la mano al Cavalier Ernesto Colnago e chiedere informazioni sui suoi gioielli.

Sabato quasi 500 amanti del cicloturismo senza fretta si sono dati appuntamento per la Randonnée Giro del Lago di Garda, un fantastico viaggio attorno al Lago di Garda alla scoperta del terrirorio e delle sue prelibatezze culinarie e vinicole. Nel pomeriggio oltre 150 bambini hanno portato la loro allegria invadendo la Spiaggia d’Oro con le loro biciclettine, prima di ricevere tutti la medaglia consegnata dalla campionessa olimpica di mtb Paola Pezzo e dall’Assessore allo Sviluppo Economico Valentino Righetti.

La vera invasione del popolo del pedale è avvenuta domenica mattina, quando il lungolago baciato da un caldo sole si è riempito dei variopinti colori delle 3.000 divise che hanno preso posto nelle griglie di partenza della Granfondo Colnago Desenzano del Garda preceduti dai corridori “eroici” con bici e abbigliamento d’epoca che hanno partecipato alla Garda Legend, agli atleti dell’handbike e dell’Associazione Nazionale Trapiantati Italiani che hanno portato la loro testimonianza di speranza.

L’evento clou del Colnago Cycling Festival ha visto tra i suoi protagonisti ciclisti e cicliste di ogni età provenienti da 20 nazioni e con ogni tipo di “gamba”, dal professionista ancora in attività all’appassionato più rilassato, che hanno consacrato Desenzano del Garda patria del bel ciclismo.La fatica degli organizzatori della SportNatureTour e l’impegno dell’amministrazione locale guidata dal sindaco Rosa Leso sono state ben ripagate dalla soddisfazione dei partecipanti, che hanno potuto godersi una splendida vacanza sulle rive del Lago di Garda dimostrando come il turismo sportivo, e in particolare il ciclismo, sia capace di valorizzare un territorio già di per sè stupendo.

Chiusa questa edizione dai numeri record, l’appuntamento è per maggio 2016 per il 4° Colnago Cycling Festival sempre nella cittadina bresciana.