Si alza il sipario sul Colnago Cycling Festival e vengono svelati i tre nuovi percorsi che verranno affrontati dalle migliaia di cicloamatori che il 15, 16 e 17 maggio 2015 si raduneranno a Desenzano del Garda (BS).

I tracciati sono stati completamente ridisegnati rispetto alle edizioni passate per offrire ai partecipanti uno spettacolo ancora più irresistibile e far conoscere loro salite inedite. 159 chilometri e 2044 metri di dislivello per la prova regina, la Gran Fondo; 110 chilometri e 1384 metri di dislivello per la Medio Fondo e 77 chilometri e 940 metri per il percorso corto. Questi in sintesi i numeri dei tre percorsi che attraversano gli splendidi scenari naturali che il Lago di Garda e l’intero comprensorio offre, ma entriamo nel dettaglio dei tracciati.

Dopo i primi 25 km percorsi lungo le rive del Lago di Garda, i ciclisti si troveranno ad affrontare la prima salita della manifestazione che da Gardone Riviera conduce a San Michele (6 km con pendenza media del 6%, massima 12,5%). Ammirando l’azzurro delle acque lacustri unito alla bellezza architettonica del Vittoriale degli Italiani e del teatro all’aperto costruito a memoria della “vita inimitabile” di Gabriele D’Annunzio, i corridori che opteranno per il percorso medio e lungo continueranno verso la Salita delle Coste, che da Sabbio Chiese conduce a Cima delle Coste, mentre gli iscritti al corto in località Tormini Soprazzocco (km 46) faranno ritorno verso Desenzano attraverso una salita pedalabile che in 11 km porterà i ciclisti dai 290 metri di Sabbio Chiese ai 580 della vetta (pendenza media 4%, massima 8,5%).

L’ultima asperità è riservata a quanti si misureranno sul percorso della Gran Fondo, che a Botticino (km 113 di gara) inizieranno a salire verso Cima San Gallo. Un divertente viaggio lungo i sentieri che collegano Botticino, realtà conosciuta per il marmo Botticino utilizzato per la decorazione del Vittoriano a Roma, il vino Botticino DOC e i rinomati calzifici che producono i maggiori marchi di moda, permeterrà di raggiungere Castello di Serle, transitando dinanzi al quattrocentesco Eremo della Trinità prima di far ritorno a Desenzano del Garda.

Ben quattro i ristori che il comitato organizzatore guidato da Tazio Palvarini ha istituito per assicurare rifornimento idrico ai ciclisti più battaglieri e una piacevole sosta con degustazione di frutta e dolciumi per quanti vivono il Colnago Cycling Festival con il sano spirito del cicloturista. Il primo ristoro sarà posto in località San Michele (km 33,5 di gara), il secondo a Cima Coste, prima di scendere a Vallio dopo 71 km di gara, il terzo a Serle prima di lanciarsi in discesa dopo 125 km e l’ultimo in zona Carzago Padenghe (km 149 di gara).

La sicurezza dei ciclisti in gara è uno dei principali obiettivi del comitato organizzatore che anche nella nuova edizione dell’evento sarà sostenuto dal Cavalier Ernesto Colnago e dall’Amministrazione Comunale di Desenzano del Garda, perciò oltre 570 persone saranno impegnate nell’opera di presidio dei bivi e tutela della carovana così che i partecipanti alla manifestazione potranno godersi l’esperienza evitando qualsiasi rischio.

Per provare i nuovi percorsi, di cui sono già disponibili planimetrie e altimetrie sul sito ufficiale della manifestazione www.colnagocyclingfestival.com, non resta dunque che iscriversi all’edizione 2015 del Colnago Cycling Festival.