Che il Colnago Cycling Festival volesse essere una grande festa del ciclismo era noto fin dalla sua prima edizione, ma si è andati oltre e nel fine settimana del 4 maggio Desenzano del Garda è diventata la capitale del bel ciclismo. Tre giorni di festa che hanno portato su tutto il territorio gardesano 3000 ciclisti. «Non possiamo che essere soddisfatti della folta presenza» sono le parole dell’amministrazione comunale. E ora si guarda al 2015.

Se la prima edizione del Colnago Cycling Festival dello scorso anno fu un successo, la seconda edizione andata in scena nel fine settimana del 2, 3 e 4 maggio scorso è stato una vera consacrazione di Desenzano del Garda come patria del bel ciclismo.

Per tre giorni la bicicletta è diventata un vero strumento di divertimento, ma soprattutto un mezzo di trasporto ecosostenibile, capace di portare 3000 ciclisti ad apprezzare le bellezze del territorio del Lago di Garda e delle Colline Moreniche.

Per utilizzare un termine caro ai ciclisti, il prologo è andato in scena venerdì pomeriggio, quando le piazze della cittadina gardesana sono state letteralmente invase dagli stand delle numerose aziende espositrici, che hanno dato vita all’Expo Village. Infatti, proprio grazie al ponte del 1° maggio, numerosi ciclisti si sono riversati sulle sponde del Benaco già dal venerdì, prendendo parte a “Nelle piazze con gusto”, l’evento enogastronomico, che ha permesso ai partecipanti di gustare ed apprezzare il Lugana, il pregiato vino bianco prodotto nei vitigni coltivati sulle colline a sud del lago.

Il cicloturismo senza fretta è stato invece il principe della giornata di sabato, quando alle ore 8.00 di mattina, sul lungolago, poco meno di 400 “randagi” si sono dati appuntamento per la 1a edizione della Randonnée Giro del Lago di Garda. Un fantastico viaggio attorno al Lago di Garda, per chi ha scelto il percorso “corto” di soli 145 chilometri, che ha sconfinato nella Val d’Adige, per chi ha invece optato per il percorso lungo di 200 chilometri. Nonostante alcuni partecipanti non siano riusciti a evitare le furie di Giove Pluvio, che si sono abbattute nel pomeriggio, la soddisfazione è stata veramente tanta, così come i ringraziamenti a conferma dell’attenzione degli organizzatori per chi ama pedalare senza fretta.

Tanto spazio anche ai bambini, che riescono con la loro allegria a dare sempre un tocco di gioia. Sono riusciti perfettamente nell’intento i duecento piccoli ciclisti, che sabato pomeriggio hanno letteralmente invaso la Spiaggia d’Oro di Desenzano con le loro biciclettine e alla fine, medaglia per tutti, tra un mare di risate e urla di gioia.

Un vero successo anche il bike test della Colnago C60, l’ammiraglia del cav. Ernesto Colnago, che ha letteralmente attratto tutti gli appassionati, ma anche i turisti curiosi, che hanno preso d’assalto lo stand espositivo.

Ma la vera invasione del popolo del pedale è avvenuta domenica mattina, quando il lungolago si è riempito dei variopinti colori delle 2500 divise che hanno preso posto nelle griglie di partenza della Granfondo Colnago Desenzano del Garda. Ma a fare da preludio sono stati i “leggendari” partecipanti alla Garda Legend, la manifestazione riservata alle bici storiche. Una vero e proprio salto nel tempo del ciclismo del passato. Un brindisi di buon augurio e via, a godersi panorami sui vigneti e splendidi scorci sul lago di Garda.

Ma ahinoi, tutto inizia e tutto finisce. E così anche la seconda edizione del Colnago Cycling Festival ha visto il suo epilogo. Tanta fatica da parte degli organizzatori, ben ripagata dalla soddisfazione dei partecipanti, che hanno potuto godersi una splendida vacanza sulle rive del Lago di Garda.

Grande soddisfazione anche da parte delle amministrazioni locali, che hanno avuto l’ulteriore prova di come il turismo sportivo, e in particolare il ciclismo, sia capace di valorizzare un territorio.

Tra i più soddisfatti è l’assessore allo sport e turismo di Desenzano del Garda, che ha subito riscontrato l’alto impatto che la manifestazione ha prodotto: «Sono stati ben tremila i ciclisti che si sono riversati sul nostro territorio in questo fine settimana che, grazie agli accompagnatori, hanno fatto registrare una presenza di quasi 9000 persone. Gli alberghi sono stati riempiti, così come bar e ristoranti, che hanno lavorato a pieno ritmo».

Pienamento soddisfatto anche Franceschino Risatti, presidente del “Consorzio Lago di Garda – Lombardia”, che a Limone del Garda ha atteso i randonneur accogliendoli personalmente al ristoro: «I comuni gardesani hanno compreso che lo sport è un’ottima fonte di turismo. Dare spazio alle iniziative sportive significa avere una presenza costante di turisti tutto l’anno».

Un evento che non ha coinvolto solo i ciclisti, ma anche i commercianti, che si sono lanciati nella sfida della vetrina più bella legata al Colnago Cycling Festival. Non poteva che vincere un negozio di abbigliamento di classe quale il Ca’ Vagan: «Ce l’abbiamo messa tutta per creare la migliore vetrina. Speravamo di salire sul podio, ma non addirittura di vincere», spiegano le due responsabili del punto vendita.

Termina in grande allegria anche questa seconda edizione del Colnago Cycling Festival, ben coordinato dallo staff della SportNatureTour, ma sempre sotto l’occhio attento e vigile del cav. Ernesto Colnago, che però di sentirsi chiamare Cavaliere, proprio non se vuole sapere.

L’arrivederci a tutti i partecipanti, sia che siano andati con calma apprezzando le bellezze del territorio, sia che abbiano voluto confrontarsi più agonisticamente, è per il prossimo anno con la terza edizione del Festival di Desenzano.

(8 maggio 2014)

colnago-con-turista-giapponese 14ccf-granfondo-en_0057

2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Giro del Lago di Garda 14ccf-granfondo-en_0569 14ccf-granfondo-en_0482 14ccf-granfondo-en_0388 14ccf-granfondo-en_0237 14ccf-granfondo-en_0180 14ccf-granfondo-en_0171 14ccf-granfondo-en_0164 14ccf-granfondo-en_0111 14ccf-granfondo-en_0106 14ccf-granfondo-en_0099 14ccf-granfondo-en_0077 14ccf-granfondo-en_0074 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Gardasportograf-47568857_lowres sportograf-47579973_lowres sportograf-47579081_lowres sportograf-47576162_lowres 2014 - Colnago Cycling Festival - Granfondo Colnago Desenzano del Garda 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike 2014 - Colnago Cycling Festival - Baby Bike